DIRITTO PENALE

21.09.2012 14:16

E’ configurabile la continuazione laddove siano commessi reati colposi?

Nota a Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 35543/12; depositata il 17 settembre. La sentenza in esame affronta, seppur sinteticamente, la tematica inerente il rapporto tra la continuazione e i reati colposi. Invero, nella decisione in esame, la Suprema Corte di Cassazione ha affermato...
13.09.2012 11:30

Il superamento dei limiti massimi indicati dalle tabelle ministeriali non costituisce una presunzione assoluta in ordine alla condotta di “spaccio” del detentore.

Nota a Cass. pen., sez. V, 17/05/12, dep. l’11/09/12, n. 34578. La Corte di Cassazione, sez. V, con la sentenza in argomento, ha affermato che “in tema di illeciti in materia di sostanze stupefacenti, il superamento dei limiti massimi indicati nel decreto ministeriale cui fa riferimento l’articolo...
09.09.2012 00:32

La calunnia implicita: profili teorici e casi pratici.

Come è noto, il delitto di calunnia può ricorrere anche laddove l’incolpato non sia stato menzionato dall’accusatore in maniera diretta e immediata. Infatti, il codice penale, prevede (anche se non menzionata direttamente) la figura della calunnia implicita la quale sussiste qualora il soggetto...
30.08.2012 21:03

I presupposti richiesti per l’applicazione dell’attenuante prevista dall’art. 62, co. I, n. 4, c.p. .

L’attenuante in argomento è stata oggetto di notevole attenzione sia da parte della dottrina sia da parte della giurisprudenza. Come è noto, l’art. 62, co. I, n. 4, c.p. prevede una diminuente di pena nel caso in cui: “nei delitti contro il patrimonio, o che comunque offendono il patrimonio”, il...
18.08.2012 20:52

La mancata reintegrazione del lavoratore licenziato nel caso di condotta antisindacale accertata in sede giudiziale: eventuali profili d’illiceità penale.

Il tema, che si intende trattare nel presente scritto, è quello di stabilire se, nel caso di mancata reintegrazione del lavoratore licenziato decisa dal Tribunale (anche solo in via provvisoria), il datore di lavoro ne possa rispondere penalmente.   Tale problema si pone soprattutto ove...
18.08.2012 15:27

Furto aggravato con destrezza: problematiche applicative.

Nota a Cass. pen., sez. VI, 7/06/12, dep. il 12/06/12, n. 23108. La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, ha ritenuto configurabile l’aggravante della destrezza (ex art. 625, co. I, n. 4, c.p.) qualora l’azione furtiva sia stata commessa all’interno di uno studio medico nel caso in cui il...
12.08.2012 13:52

Come e in che termini l’assunzione di sostanze stupefacenti determina il reato previsto dall’art. 187, co. I, D.lgs., 30/04/92, n. 285.

Nota a Cass. pen., sez. IV, 27/03/12, dep. il 4/05/12, n. 16895. Il Supremo Consesso, con la sentenza in commento, ha affermato che, per accertare il reato di cui all’art. 187 del Codice della Strada, è necessario “provare non solo la precedente assunzione di sostanze stupefacenti ma che l'agente...
11.08.2012 13:46

Dormire nudo all’interno di una macchina è sufficiente per integrare il delitto di atti osceni?

Nota a Cass. pen., sez. III, 22/05/12, dep. il 13/06/12, n. 23234. La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, ha ritenuto, qualora una persona sia rinvenuta nuda mentre dorme all’interno di un automobile: non configurabile il reato di atti osceni posto che una condotta di tal tipo di per...
07.08.2012 19:31

La clandestinità dell’imputato non impedisce la concessione del beneficio della sospensione condizionale della pena.

Nota a Corte di Cassazione, Sez. IV, ud. 10/05/11, dep. il 7/6/12, n. 22045. La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, ha affermato come sia illegittimo e immotivato il diniego della sospensione condizionale della pena qualora l’ “unico argomento utilizzato” consisti nel...
06.08.2012 23:31

Il concorso esterno nei reati associativi: una proposta de iure condendo.

Sommario Premessa Le ipotesi di legge Assistenza alle associazioni a delinquere di stampo mafioso anche straniere La scelta del nomen iuris e della sua collocazione topografica all’interno del codice penale Il bene giuridico tutelato La condotta tipizzata La natura del reato Le circostanze Causa di...

PROCEDURA PENALE

13.06.2018 10:35

La nuova procedibilità a querela. Commento sistematico al D.Lgs. n. 36/2018 con tabelle di raffronto

https://www.maggiolieditore.it/la-nuova-procedibilita-a-querela.html
05.11.2017 15:18

L'esecuzione penale

url: https://www.primicerieditore.it/prodotto/lesecuzione-penale-antonio-di-tullio-delisiis/
26.09.2017 21:19

Le impugnazioni straordinarie in ambito penale

url: https://www.primicerieditore.it/prodotto/le-impugnazioni-straordinarie-in-ambito-penale-antonio-di-tullio-delisiis/
18.07.2017 18:42

Appello e cassazione penale dopo la legge 103/2017

url: https://www.maggiolieditore.it/appello-e-cassazione-penale-dopo-la-l-103-2017.html
29.04.2017 14:24

Il dibattimento nel processo penale. Profili ermeneutici

https://www.primicerieditore.it/prodotto/il-dibattimento-nel-processo-penale-profili-ermeneutici/
06.04.2017 01:30

Mezzi di prova e mezzi di ricerca della prova in sede penale

https://nuovagiuridica.it/shop/mezzi-di-prova-e-mezzi-di-ricerca-della-prova-in-sede-penale/
08.03.2017 19:07

Il giudice dell’esecuzione non può attribuire alcun rilievo alle nullità verificatesi nel corso del giudizio di cognizione

Nota a Cass. pen., sez. I, sentenza n. 11039/2017 depositata il 7 marzo, in Diritto & Giustizia, 8 marzo 2017.
29.12.2016 12:22

Il ruolo della parte civile nel processo penale

URL: https://www.primicerieditore.it/prodotto/il-ruolo-della-parte-civile-nel-processo-penale-antonio-di-tullio-delisiis/
06.10.2016 11:12

In materia di opposizione alla richiesta di archiviazione per particolare tenuità del fatto, il giudice deve necessariamente fissare l'udienza in camera di consiglio non potendo decidere de plano.

Corte di Cassazione, Sezione V penale, sentenza n. 38858 del 10 febbraio 2016 e depositata il 18 giugno 2016.   Abstract      Con la sentenza in argomento, la Cassazione ha postulato che, nel caso di opposizione alla richiesta di archiviazione per particolare tenuità del fatto,...
29.09.2016 07:22

La rilevanza probatoria del verbale di constatazione redatto da personale della Guardia di Finanza o dai funzionari degli Uffici Finanziari in sede penale.

Corte di Cassazione, Sezione III penale, sentenza n. 38858 del 14 giugno 2016 e depositata il 20 settembre 2016.   Abstract Con la sentenza in argomento, la Cassazione ha affermato che il verbale di constatazione redatto da personale della Guardia di Finanza o dai funzionari degli Uffici...

ORDINAMENTO PENITENZIARIO

27.09.2016 07:40

Quando il magistrato di sorveglianza può dichiarare de plano inammissibile l’istanza presentata dal detenuto in materia di risarcimento nel caso di sovraffollamento carcerario.

Corte di Cassazione, Sezione I penale, sentenza n. 30879 del 23 giugno 2016 e depositata il 19 luglio 2016.   Abstract   Con la sentenza in argomento, la Cassazione ha affrontato la tematica connessa alla rilevabilità de plano dell’inammissibilità di una istanza avanzata a norma dell’art....
14.03.2016 16:13

Nel caso in cui venga dichiarata inammissibile una istanza presentata in sede penale a norma dell’art. 35 ter, legge, 26 luglio 1975, n. 354, il decreto emesso deve essere impugnato in Cassazione e non per mezzo del reclamo.

La Cassazione penale, in diverse pronunce, ha affermato in modo uniforme e costante che, nel caso in cui venga dichiarato inammissibile una istanza proposta a norma dell’art. 35 ter, legge, 26 luglio 1975, n. 354, l’unico mezzo di impugnazione consentito è quello di ricorrere per Cassazione a norma...
10.11.2015 17:59

Non può essere differita l’esecuzione della pena per infermità fisica o disposta l'applicazione della detenzione domiciliare se la situazione patologica in cui versa il detenuto sia congruamente fronteggiabile in ambiente carcerario.

    Nota a Cass. pen., sez. I, sentenza ud. 30 giugno 2015 (dep. 8 settembre 2015), n. 36322, Pres. S. Chieffi, Giud. estens. M. Cassano.     Nella sentenza n. 36322 emessa dalla prima sezione della Corte di Cassazione in data 30 giugno 2015, è stato affrontato il...
01.12.2014 10:13

Cosa si deve intendere per “pregiudizio” nel caso previsto dall’art. 35 ter, comma I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Come noto, il comma I dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975 prevede che quando «il pregiudizio di cui all'articolo 69, comma  6,  lett. b), consiste, per un periodo  di  tempo  non  inferiore  ai  quindici giorni, in condizioni di detenzione ...
19.11.2014 11:47

Una lettura “comunitariamente” orientata dell’art. 35 ter, co. I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Nota a ordinanza, Ufficio di Sorveglianza di Roma, giud. estens. Dott.ssa V. Stefanelli, 20 ottobre 2014, Parere conf. P.M.[1].                    Nel provvedimento su emarginato, è stato affrontato il...
11.11.2014 17:54

Una prima valutazione dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975 da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Come noto, il fenomeno del sovraffollamento carcerario aveva raggiunto in Italia notevoli dimensioni. Ed infatti, a fronte di una popolazione carceraria, che nel 2012, ammontava a 65.701 a fronte di una capienza regolamentare pari a 47.040 detenuti[1],  i giudici di Strasburgo, nella nota...
11.11.2014 17:53

Il pregiudizio, che rileva ai sensi dell’art. 35 ter legge n. 354 del 1975, deve essere antecedente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 92 del 2014?

Nota a decreto, Magistrato di sorveglianza di Alessandria, Estensore Dott. G. Vignera, 31 ottobre 2014[1].   Nel provvedimento in commento, e per quello che costituisce l’oggetto della presente disamina, è stato affrontato, tra i tanti aspetti che connotano il decreto legge n. 92 del 2014, il...
11.11.2014 17:52

Una prima interpretazione dell’art. 35 ter, comma I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Nota al decreto del Magistrato Ufficio di Sorveglianza di Vercelli, Estensore Dott. F. Fiorentin, 24 settembre 2014[1]. l provvedimento su emarginato rappresenta uno dei primi interventi giurisdizionali con cui è stato delimitato l’àmbito applicativo dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975...
01.10.2014 12:01

“Risarcimenti dei detenuti per sovraffollamento”

Monografia pubblicata dalla Maggioli editore nel mese di settembre del 2014.
06.08.2012 23:47

La proroga del regime carcerario differenziato: problematiche applicative.

Nota a: Cass. pen., sez. I, ud. 6/10/11, dep. il 28/12/11, n. 48396. La sentenza in esame è di notevole interesse scientifico posto che affronta la vexata quaestio inerente i presupposti richiesti per poter prorogare il regime carcerario differenziato. Infatti, nel provvedimento in commento, i...

Contatti

Antonio-di-tullio-d-elisiis

ditulliodelisiis.antonio@coalarino.legalmail.it ant.ditullio@libero.it antonioditullio@yahoo.com avv.antonioditulliodelisiis@gmail.com

Larino (CB), via Jovine, n. 11 (c/o studio legale Urbano)

n. telefono e fax 0874824611
cell. 3407812516.

Cerca nel sito

© 2012 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode