DIRITTO PENALE

18.10.2017 18:44

La nuova prescrizione del reato dopo la L. 103/2017

url: https://www.maggiolieditore.it/la-nuova-prescrizione-del-reato-dopo-la-l-103-2017.html
22.05.2017 18:26

La Cassazione chiarisce la portata applicativa dell’art. 375 c.p.

https://www.diritto.it/docs/39368-la-cassazione-chiarisce-la-portata-applicativa-dell-art-375-c-p
16.09.2016 07:55

La Cassazione interviene per chiarire la portata applicativa del delitto di autoriciclaggio

Corte di Cassazione, Sezione II penale, sentenza n. 33074 del 14 luglio 2016 e depositata il 28 luglio 2016.   Abstract Con la sentenza in argomento, la Cassazione ha contribuito a illustrare il margine applicativo del delitto di autoriciclaggio. In particolare, gli ermellini hanno specificato...
16.09.2016 07:53

Depistaggio e frode nel processo penale - profili sostanziali e procedurali

https://www.cassazione.net/Ebook/depistaggio-e-frode-nel-processo-penale-profili-sostanziali-e-procedurali-l15.html
22.07.2016 12:10

Applicazione della non punibilità per tenuità del fatto

https://www.maggiolieditore.it/applicazione-della-non-punibilita-per-tenuita-del-fatto.html
19.03.2016 17:50

L’integrale falsificazione della polizza e del contrassegno assicurativo, per effetto dell’abrogazione dell’art. 485 c.p., è ancora sanzionabile penalmente?

Premessa: L’integrale falsificazione della polizza e del contrassegno assicurativo come ipotesi di falso in scrittura privata Come è noto, la Cassazione ha affermato in diverse pronunce che, in “tema di reato di frode in assicurazione, l'integrale falsificazione della polizza...
08.03.2016 08:53

L’art. 52 c.p.: una possibile proposta de iure condendo

  Sommario              In sede parlamentare, si sta dibattendo attualmente sulla modifica dell’art. 52 c.p. in materia di legittima difesa. Il tema, divenuto attuale a seguito dei numerosi casi di rapine e...
20.02.2016 11:00

L'art. 73, co. 5, d.P.R. n. 309 del 1990 non è in contrasto con l'art. 3 Cost.

Nota a Corte Cost., sentenza, ud. 13 gennaio 2016 (dep. 11 febbraio 2016), n. 23.     Scopo del presente scritto è quello di esaminare la sentenza con cui la Consulta ha recentemente ritenuto non illegittimità costituzionalmente la disposizione legislativa di cui all’art. 73, co. 5,...
17.02.2016 11:07

Le nuove depenalizzazioni dopo i Decreti Legislativi 15 gennaio 2016 n. 7 e n. 8

https://www.maggiolieditore.it/le-nuove-disposizioni-in-materia-di-depenalizzazione-e-l-introduzione-di-illeciti-con-sanzioni-pecuniarie-civili-in-luogo-di-taluni-illeciti-penali.html
04.02.2016 13:11

Il delitto di resistenza a un pubblico ufficiale c.d. “impropria”: profili ermeneutici e casi pratici.

        Scopo del presente scritto è quello di trattare il delitto di resistenza a un pubblico ufficiale nei casi in cui l’autore di questo reato si opponga a un pubblico ufficiale o ad un incaricato di un pubblico servizio mentre uno di questi compia un atto di...

PROCEDURA PENALE

11.10.2013 11:05

Il pericolo di reiterazione previsto dall’art. 274, co. I, lett. c), c.p.p. non può ricavarsi da elementi meramente congetturali ed astratti.

Nota a  Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza 10 luglio – 3 ottobre 2013, n. 40954, Presidente Di Virginio – Relatore Raddusa. La Corte di Cassazione, nella pronuncia in commento, ha affermato che il “parametro della concretezza del pericolo di reiterazione di reati della stessa indole...
09.10.2013 11:30

In tema di applicazione della pena concordata, spetta al giudice la verifica non solo formale, ma anche sostanziale, della qualificazione giuridica del fatto.

Nota a Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza 19 aprile – 2 ottobre 2013, n. 40797,  Presidente Grassi – Relatore Micheli.    La Corte di Cassazione, sez. V, nella pronuncia in commento, ha affrontato la seguente vexata quaestio di ordine procedurale: nei casi di...
05.10.2013 12:39

L’art. 622 c.p.p.: i profili applicativi.

Scopo del presente scritto è quello di esaminare l’art. 622 c.p.p. . Come è noto, siffatta disposizione legislativa stabilisce che, fermi “gli effetti penali della sentenza, la corte di cassazione, se ne annulla solamente le disposizioni o i capi che riguardano l'azione civile ovvero se accoglie il...
17.06.2013 12:17

La chiamata di relato può fungere, ove ricorrano date condizioni, da elemento di riscontro di un’altra chiamata de relato.

Nota a sent., Cass. pen., Sezioni Unite, ud. 28/11/12, dep. il 14/05/13, n. 20804. La Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, ha stabilito che “la chiamata in correità o in reità de relato, anche se non asseverata dalla fonte diretta, il cui esame risulti impossibile, può avere come unico...
06.05.2013 12:48

L’art. 124, co. I, c.p.: profili teorici e casi pratici.

Scopo del presente scritto è quello di esaminare l’art. 124, co. I, c.p.[1] sotto un triplice profilo e, segnatamente: a quale termine si deve fare riferimento per fare rispettivamente decorrere e spirare il periodo trimestrale richiesto dalla disposizione legislativa in commento[2]; se il...
03.05.2013 09:51

L’art. 391 nonies c.p.p.: brevi cenni sui profili di criticità applicativa.

Come è noto, l’art. 391 nonies c.p.p., introdotto nel codice di rito a seguito dell’entrata in vigore della legge, 7 dicembre 2000, n. 397, stabilisce che l’attività investigativa del difensore prevista dall’art. 327 bis c.p.p.[1], previo conferimento di un mandato con sottoscrizione autenticata...
17.03.2013 17:48

Brevi considerazioni sull’art. 37 disp. att. c.p.p. .

Come è noto, l’art. 37 disp. att. c.p.p.[1] stabilisce che la “procura speciale prevista dall’art. 122 del codice può essere rilasciata anche preventivamente, per l’eventualità in cui si verifichino i presupposti per il compimento dell’atto al quale la procura si riferisce”. La norma giuridica in...
10.03.2013 22:32

Che significato deve attribuirsi alla parola “parte” nei casi previsti dagli articoli 182, co. II e 183, co. I, lett. a), c.p.p.?

Il quesito tracciato nel titolo di questo breve libello non rappresenta una questione meramente di scuola siccome determina, a seconda del significato che si voglia conferire alla parola “parte” nei casi previsti dagli articoli 182, co. II, primo capoverso, c.p.p.[1] e 183, co. I, lett. a),...
24.02.2013 12:02

L’art. 238 bis c.p.p.: brevi cenni sui profili di criticità applicativa.

Come è noto, l’art. 238 bis c.p.p., inserito nel codice di rito (“nel catalogo di quei particolari mezzi di prova che sono i documenti (capo VII, titolo II del libro delle prove)”[1])  dalla l. n. 356 del 7 agosto 1992[2] “per intenti di “semplificazione probatoria””[3], disciplina il valore...
24.01.2013 12:20

I profili di criticità sottesi all’applicazione dell’art. 629 c.p.p. in riferimento alle sentenze irrevocabili emesse ai sensi dell’art. 444, co. II, c.p.p. .

Come è noto, a seguito della modifica apportata all’art. 629 c.p.p. in seguito all’entrata in vigore della legge, 12 giugno 2003, n. 134, è stata sancita, a livello normativo, la possibilità di chiedere la revisione di una sentenza anche nel caso previsto dall’art. 444, co. II, c.p.p. posto che le...

ORDINAMENTO PENITENZIARIO

27.09.2016 07:40

Quando il magistrato di sorveglianza può dichiarare de plano inammissibile l’istanza presentata dal detenuto in materia di risarcimento nel caso di sovraffollamento carcerario.

Corte di Cassazione, Sezione I penale, sentenza n. 30879 del 23 giugno 2016 e depositata il 19 luglio 2016.   Abstract   Con la sentenza in argomento, la Cassazione ha affrontato la tematica connessa alla rilevabilità de plano dell’inammissibilità di una istanza avanzata a norma dell’art....
14.03.2016 16:13

Nel caso in cui venga dichiarata inammissibile una istanza presentata in sede penale a norma dell’art. 35 ter, legge, 26 luglio 1975, n. 354, il decreto emesso deve essere impugnato in Cassazione e non per mezzo del reclamo.

La Cassazione penale, in diverse pronunce, ha affermato in modo uniforme e costante che, nel caso in cui venga dichiarato inammissibile una istanza proposta a norma dell’art. 35 ter, legge, 26 luglio 1975, n. 354, l’unico mezzo di impugnazione consentito è quello di ricorrere per Cassazione a norma...
10.11.2015 17:59

Non può essere differita l’esecuzione della pena per infermità fisica o disposta l'applicazione della detenzione domiciliare se la situazione patologica in cui versa il detenuto sia congruamente fronteggiabile in ambiente carcerario.

    Nota a Cass. pen., sez. I, sentenza ud. 30 giugno 2015 (dep. 8 settembre 2015), n. 36322, Pres. S. Chieffi, Giud. estens. M. Cassano.     Nella sentenza n. 36322 emessa dalla prima sezione della Corte di Cassazione in data 30 giugno 2015, è stato affrontato il...
01.12.2014 10:13

Cosa si deve intendere per “pregiudizio” nel caso previsto dall’art. 35 ter, comma I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Come noto, il comma I dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975 prevede che quando «il pregiudizio di cui all'articolo 69, comma  6,  lett. b), consiste, per un periodo  di  tempo  non  inferiore  ai  quindici giorni, in condizioni di detenzione ...
19.11.2014 11:47

Una lettura “comunitariamente” orientata dell’art. 35 ter, co. I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Nota a ordinanza, Ufficio di Sorveglianza di Roma, giud. estens. Dott.ssa V. Stefanelli, 20 ottobre 2014, Parere conf. P.M.[1].                    Nel provvedimento su emarginato, è stato affrontato il...
11.11.2014 17:54

Una prima valutazione dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975 da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Come noto, il fenomeno del sovraffollamento carcerario aveva raggiunto in Italia notevoli dimensioni. Ed infatti, a fronte di una popolazione carceraria, che nel 2012, ammontava a 65.701 a fronte di una capienza regolamentare pari a 47.040 detenuti[1],  i giudici di Strasburgo, nella nota...
11.11.2014 17:53

Il pregiudizio, che rileva ai sensi dell’art. 35 ter legge n. 354 del 1975, deve essere antecedente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 92 del 2014?

Nota a decreto, Magistrato di sorveglianza di Alessandria, Estensore Dott. G. Vignera, 31 ottobre 2014[1].   Nel provvedimento in commento, e per quello che costituisce l’oggetto della presente disamina, è stato affrontato, tra i tanti aspetti che connotano il decreto legge n. 92 del 2014, il...
11.11.2014 17:52

Una prima interpretazione dell’art. 35 ter, comma I, legge, 26 luglio 1975, n. 354.

Nota al decreto del Magistrato Ufficio di Sorveglianza di Vercelli, Estensore Dott. F. Fiorentin, 24 settembre 2014[1]. l provvedimento su emarginato rappresenta uno dei primi interventi giurisdizionali con cui è stato delimitato l’àmbito applicativo dell’art. 35 ter della legge n. 354 del 1975...
01.10.2014 12:01

“Risarcimenti dei detenuti per sovraffollamento”

Monografia pubblicata dalla Maggioli editore nel mese di settembre del 2014.
06.08.2012 23:47

La proroga del regime carcerario differenziato: problematiche applicative.

Nota a: Cass. pen., sez. I, ud. 6/10/11, dep. il 28/12/11, n. 48396. La sentenza in esame è di notevole interesse scientifico posto che affronta la vexata quaestio inerente i presupposti richiesti per poter prorogare il regime carcerario differenziato. Infatti, nel provvedimento in commento, i...

Contatti

Antonio-di-tullio-d-elisiis

ditulliodelisiis.antonio@coalarino.legalmail.it ant.ditullio@libero.it antonioditullio@yahoo.com avv.antonioditulliodelisiis@gmail.com

Larino (CB), via Jovine, n. 11 (c/o studio legale Urbano)

n. telefono e fax 0874824611
cell. 3407812516.

Cerca nel sito

© 2012 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito internet gratisWebnode